Google Analytics viola il regolamento GDPR

Finalmente, il Garante Italiano per la privacy si è espresso ufficialmente, relativamente all’uso dei data analytics di Google, indicando le seguenti parole:

Il sito web che utilizza il servizio Google Analytics (GA), senza le garanzie previste dal Regolamento Ue, viola la normativa sulla protezione dei dati perché trasferisce negli Stati Uniti, Paese privo di un adeguato livello di protezione, i dati degli utenti.

Significa che per collezionare dati personali dei visitatori, è necessario utilizzare un sistema che impedisca il trattamento all’interno del territorio degli Stati Uniti d’America.

Dunque, è possibile installarsi Matomo on premise, sul proprio server (posizionato in territorio UE, dunque attenzione ai cloud) oppure sfruttare il sistema gestito di Matomo Cloud. Che è posizionato in Nuova Zelanda e posiziona i backup in Irlanda.

MonitoraPA è un sistema di controllo automatico in grado di analizzare automaticamente i siti delle pubbliche amministrazioni ed individuarne la illeicità del trattamento dei dati personali. Punibile con multe o adempimenti tempestivi a cui spesso l’ente pubblico non è preparato.